Abbiamo iniziato il mese di maggio con l’atto di affidamento alle Famiglie.

La parrocchia il Primo Maggio ha benedetto e consegnato la corona del rosario  

E’ stata una bella festa conclusa con una sorpresa al parroco. I collaboratori hanno lanciato una iniziativa di pregare 55 avemaria al parroco in onore ai suoi 55 anni compiuti il 25 aprile. Come si dice oggi una ‘challenge’. Tanti i ragazzi e le famiglie che hanno aderito producendo una foto selfie a testimonianza. Ne è uscito un bellissimo album e soprattutto un sostegno di preghiera per le intenzioni del parroco e per la sua vita.
Un primo maggio unico nella disponibilità di affidarsi a Maria e a San Giuseppe.

Abbiamo pregato per i lavoratori e per il lavoro come fonte di sussistenza e realizzazione. Perché sia giusto e non manchi a nessuno. Abbiamo pregato secondo le intenzioni del Santo Padre affinché la pandemia abbia termine. Per le famiglie e per i giovani, bisognosi di un seme di amore grande che possa rendere la vita piena e fruttuosa.

Al termine della celebrazione in processione, davanti alla statua della Madonna venerata nella chiesa Sacra Famiglia il parroco ha chiesa a tutti di recitare l’Atto d’affidamento a Maria con le seguenti parole.

Maria, madre del Redentore, madre del Santo Rosario,

madre della Chiesa e madre nostra,

All’inizio di questo mese a te dedicato vogliamo affidare a Te le nostre famiglie,

certi che tu ci accoglierai come facesti con il discepolo amato.

Da allora sei divenuta madre della Chiesa e, perciò, madre della famiglia, piccola chiesa domestica.

Ottienici, con il tuo sposo, san Giuseppe, che ha custodito e protetto la S.Famiglia di Nazareth, grazie e benedizioni.

Chiedi a tuo Figlio Gesù che provveda, per tutti, con la sua grazia.

Accogli le suppliche che ogni giorno ti presenteremo con la preghiera del Rosario:

per la fine della pandemia, per i nostri giovani, per i malati, per la nostra famiglia, per i defunti.

Da parte nostra, attraverso il segno della corona del Rosario che oggi verrà benedetta,vogliamo accoglierti nella nostra casa, perché essa sia benedetta e in essa si possa sempre glorificare la Trinità santissima.

Ogni giorno, stringendo in mano questi grani benedetti, sentiremo la tua mano materna che ci accompagnerà verso Gesù.

Ci ottenga questo il Padre che ti ha creata immacolata, il Figlio che ti ha redenta prima d’ogni altra creatura e lo Spirito che ti ha santificata in modo unico e sublime.

A loro lode e gloria per sempre. Amen

Dopo la benedizione delle corone del Rosario il parroco ha invitato i fedeli iniziando dalle famiglie con bambini a mettersi in processione, nel rispetto delle norme, e davanti alla statua della madonna prendere una corona da portare a casa come impegno di recitare il Rosario e come presenza di Maria in Famiglia.

Quasi tutti hanno aderito all’invito. Piccoli e grandi si sono messi in fila per prendere questo segno di amore che gratuitamente la parrocchia ha offerto.

L’invito a recitare il rosario tutti i giorni. A casa, da soli, in famiglia, o in chiesa. L’importante è dedicare un po di tipo alla preghiera.

Chi vuole ha la possibilità di inviare intenzioni di preghiere da collocare ai piedi della statua o tramite la pagina Facebook della parrocchia.

Un altra iniziativa è quella di realizzare un fiore di cartapesta da portare alla fine del mese come segno della partecipazione comunitaria.

Per avere tutele informazioni sulla preghiera e sulle attività mariane vedi la nostra pagina  Rosario

Gli orari della preghiera in chiesa. Tutti i giorni dal lunedì al venerdì:

S.Rosario ore 8 e ore 18

S.Messa ore 8,30 e ore 18,30.