Festa della vita e della Resurrezione 

Saluto del parroco

Cari amici, cari fedeli.

In un mondo sempre più materialista ed individualista che neanche la pandemia è riuscito a scalfire. Ciò che sembrava essere una occasione di riscoprire i grandi valori di fraternità e di spiritualità mi sembra sia naufragato presto. Anzi in molti e avanzato un senso di chiusura maggiore e di egoismo sprezzante delle stesse leggi e della vita altrui.

In questo mondo, la sveglia della risurrezione deve squillare con maggiore forza. Gli uomini di oggi hanno bisogno del Cristo Risorto. Purtroppo non lo conoscono e chi aveva iniziato un cammino lo ha frettolosamente abbandonato.

Ma Cristo è risorto a prescindere dalla nostra risposta. Il canto dell’alleluia risuona nell’aria di tutto il mondo e per tutti.

Però Beati coloro che ascoltano la voce della salvezza e non induriscono i loro cuori. Beati coloro che visitano il sepolcro per trovarlo vuoto. E’ la certezza che Cristo ha svegliato Adamo negli inferi. Lui il primo creato, ora ha toccato il nuovo albero della vita, la croce, che ha redentore mondo, e può sedere alla mensa del suo Creatore. Chi dorme nel torpore del peccato o è schiavo delle tenebre ora ha l’occasione di svegliarsi e iniziare una nuova vita. Verso il Paradiso.

Beati coloro che desiderano andare in Paradiso perché lo troveranno.

Patimento per coloro che si attaccano alla terra li resteranno.

Noi vogliamo il Paradiso e con la Pasqua Gesù ce lo ha regalato. Chi crede in Lui prenderà parte alla sua sorte beata.

Auguri di Buona Pasqua

Il Parroco Don Francesco.

Don Juvenal e il diacono Pierluigi

 

La Risurrezione del Signore Gesù è il fondamento della nostra fede, dato che attesta in modo incontestabile che Dio è intervenuto nella storia dell’uomo per salvare gli uomini; inoltre, garantisce la verità di quello che predica la chiesa su Dio, sulla divinità di Cristo e la salvezza degli uomini. Dice San Paolo: «se Cristo non è risorto, è vana la vostra fede» (1 Cor 15, 17). 

Ma Cristo è veramente Risorto, Allelulia Alleluia!

Sequenza
Alla vittima pasquale,
s’innalzi oggi il sacrificio di lode.
L’Agnello ha redento il suo gregge,
l’Innocente ha riconciliato
noi peccatori col Padre.Morte e Vita si sono affrontate
in un prodigioso duello.
Il Signore della vita era morto;
ma ora, vivo, trionfa.«Raccontaci, Maria:
che hai visto sulla via?».
«La tomba del Cristo vivente,
la gloria del Cristo risorto,
e gli angeli suoi testimoni,
il sudario e le sue vesti.
Cristo, mia speranza, è risorto:
precede i suoi in Galilea».Sì, ne siamo certi:
Cristo è davvero risorto.
Tu, Re vittorioso,
abbi pietà di noi.

 

Orari Celebrazioni di Pasqua 

Sabato Santo 3 aprile

Veglia di Pasqua 

– ore 18,30 

Domenica di Pasqua 

4 aprile

    • ore   8,00
    • ore 10,00
    • ore 11,30 
    • ore 17,00
    • ore 18,30 

Pregando in casa con l’Acqua Benedetta prima di pranzo nel giorno di Pasqua

C. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. 

T. Amen 

C. Questo è il giorno che ha fatto il Signore. Alleluia. Alleluia 

T. Rallegriamoci ed esultiamo. Alleluia. Alleluia 

Preghiamo. 

C. Signore Gesù Cristo, risuscitato dai morti, 

che ti sei manifestato ai discepoli nello spezzare il pane, resta in mezzo a noi; 

benedici + la tua famiglia raccolta intorno a questa mensa; 

fa che rendendo grazie per i tuoi doni nella luce gioiosa della Pasqua ti accogliamo come ospite nei nostri fratelli per essere commensali del tuo regno. 

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. 

T. Amen

  Questa benedizione può essere ripetuta per tutta l’ottava di Pasqua.  

 

Per prenotare le SMesse